Le sorpresine dei prodotti Plasmon


16 settembre 2013

La Plasmon produceva due diversi prodotti da aggiungere nel latte a colazione: Ergo Sprint (al cacao magro, concorrente del Nesquik, avente il tappo blu) ed Ergo Cappuccio (al malto ed orzo, concorrente dell’Orzoro e dell’Ovomaltina, con il tappo rosso).

All’interno delle confezioni si trovavano puzzle, adesivi in jeans o personaggi da dipingere (1978-79) oppure jo-jo (1980) di Asterix o di Obelix, testimonials del prodotto.

Nel tappo della confezione di Ergo Spalma, crema alla nocciola concorrente della Nutella, era inserita una delle dieci riproduzioni di antiche monete romane (da raccogliere nell’apposito raccoglitore a libro a richiesta alla modica cifra di 500 lire).  Questa poteva essere (fronte-retro):

G. Cesare-Simboli, Elefante-Oggetti sacri, Venere-Vittoria, Maschera-Aurora, Pompeo-Nave, Apollo-Cavaliere, Gallia-Diana di Efeso, Giove-Prua di nave, Giano-Prua di nave, Roma-I dioscuri.

Nel 1978 con quattro monete ricevevi, dal negoziante, il Trasferix gigante (un trasferello di Asterix che misurava 50 per 70 centimetri) mentre con dieci potevi avere il libro dei trasferix.

Dal marzo 1979 con quattro monete ricevevi in regalo un playmobil (iniziativa probabilmente nata per contrastare quella della rivale Ciao Cream Star che regalava le costruzioni Plastic City dietro restituzione di quattro etichette).

I concorsi indetti dalla Plasmon per questi suoi prodotti erano tra i più fantasiosi:

Disegna il circo di Asterix (1978): occorreva ritagliare il personaggio di Asterix dalle pubblicità del prodotto sui giornali e disegnargli attorno un tendone, un’arena, un teatro o un anfiteatro. I migliori cento disegni avrebbero ricevuto una tessera Amici del circo, valevole per un anno.

III° grande concorso: a braccio di ferro vincerà Asterix o  Obelix? (estate 1978): In palio 20 Mini Brax, attrezzi simili a quelli usati nei campionati di braccio di ferro.

Indietro