La fatica non è mai sprecata. Soffri, ma sogni.

                                                                                                                                   Pietro Mennea

Un grazie …

a  Renato Pozzetto per aver interpretato “Il ragazzo di campagna”

a Bud Spencer, Terence Hill e la loro Dune Buggy  

agli Oliver Onions ed a Luigi Albertelli - Vincenzo "Vince" Tempera per aver composto la colonna sonora alla nostra infanzia

al maestro Franco Godi per i mille motivetti indelebilmente impressi nella nostra memoria

a Bruno Bozzetto per il Signor Rossi

ad Enzo G. Castellari per aver inventato il film d’azione italiano

ai tanti caratteristi che hanno prestato il loro volto al cinema "di genere" italiano per poche lire e la soddisfazione di una citazione nei titoli di coda

a coloro che hanno fatto grande quel cinema (Franco Nero, Fabio Testi, George Hilton, Tomas Milian, Mario Adorf, Gastone Moschin...)

a coloro che di quel cinema erano protagonisti e se ne sono andati via anzitempo prima che potessimo ringraziarli (Maurizio Merli, Anthony Steffen, Claudio Cassinelli, Romano Puppo, Giancarlo Prete, Franco Gasparri, ...)

ad Orso Maria Guerrini, Gianni Garko, Carla Romanelli e Giancarlo Prete per aver messo un po’ d’Italia in Spazio 1999

ad Ugo Pagliai per la testardaggine con la quale ha indagato su enigmi irrisolti, oggetti misteriosi ed enigmatiche dame

a Pietro Mennea per quei 19 secondi e 72 centesimi

a Corrado e Paolo Valenti per averci tenuto compagnia durante tante domeniche pomeriggio

a Tony Curtis e Roger Moore per “Attenti a quei due”

a Raimondo Vianello per tutto ciò che ha fatto

a Nicoletta Artom per aver scoperto e portato in Italia “Atlas Ufo Robot”

a Romano Malaspina per aver dato voce ai nostri sogni di bambino

A chiunque abbia dedicato qualche minuto del proprio tempo a questo sito.

                                                                                                    Vincenzo Stanislao Amodio

Torna alla Home